Fabrizio Viti - Pianoforte

Fabrizio Viti, nato a Viterbo nel 1971, si è diplomato giovanissimo con il massimo dei voti e la lode al Conservatorio “F. Morlacchi” di Perugia.
Si è in seguito perfezionato con Lazar Berman all’Accademia Internazionale di Musica di Novara e con Sergio Perticaroli, dal quale è stato selezionato per frequentare la Sommerakademie Mozarteum di Salisburgo e il Corso Internazionale di Perfezionamento Pianistico Josè Iturbi di Valencia. Sempre con il M° Perticaroli ha conseguito il Diploma nel corso triennale di perfezionamento all’Accademia Nazionale di Santa Cecilia in Roma, riservato ad una rosa di dodici pianisti provenienti da tutto il mondo.
Si è ulteriormente perfezionato seguendo masterclasses tenute da pianisti di fama mondiale come: F. J. Thiollier, J. Demus, B. Petrushansky, A. Lonquich, R. Vlad, P. Camicia e R. Laganà.
Ha iniziato giovanissimo l’attività concertistica suonando sia come solista che in formazioni da camera per diversi ed importanti enti musicali quali l’Associazione Filarmonica Umbra, il Festival Barocco di Viterbo e l’A.GI.MUS di Roma, esibendosi in sale importanti come il Ridotto del Teatro la Fenice di Venezia, la Sala Accademica del Conservatorio di S. Cecilia e l’Auditorium in via della Conciliazione in Roma.
Ha collaborato con musicisti di fama mondiale come il baritono Giuseppe Taddei con il quale ha curato una rivisitazione del Falstaff di G. Verdi e Franco Petracchi, sotto la cui direzione ha interpretato l’ Imperatore, il 5° concerto di Beethoven per pianoforte e orchestra.
Per vari anni ha collaborato come pianista accompagnatore al corso di perfezionamento di musica vocale da camera tenuto dal tenore A. Degl’Innocenti presso il Teatro dell’Unione di Viterbo, specializzandosi nella letteratura liederistica tedesca, francese, italiana, russa ed americana. Attualmente collabora con il soprano Lucia Napoli, con il tenore Baltazar Zúñiga e il violista Gianluca Saggini.
E’ stato più volte premiato in competizioni pianistiche essendo apprezzato sia per la solidità tecnica che per la cura del suono, e ha conseguito giovanissimo l’idoneità nei concorsi per titoli ed esami dei Conservatori di Stato per l’insegnamento di Pianoforte Principale e di Pianoforte Complementare, vincendo entrambe le cattedre e risultando il più giovane docente di ruolo a livello nazionale di una cattedra di Pianoforte Principale, di cui è tuttora titolare presso  il Conservatorio “G. Pergolesi” di Fermo.
I suoi allievi si sono distinti vincendo premi in competizioni pianistiche nazionali ed internazionali e sono stati più volte premiati come migliori allievi dell’intero Conservatorio.
E’  collaboratore artistico presso la Scuola Musicale del Comune di Viterbo come docente di Pianoforte Principale dal 1990.
Recentemente ha suonato per l’inaugurazione del Rettorato dell’Università della Tuscia,  e, sempre per l’Università, si è esibito eseguendo i Trois mouvements de Petrouchka di I. Stravinsky. Ha eseguito Gaspard de la nuit di Ravel ed in prima assoluta Oreste e il ragno di F. Bastianini nella sua versione per pianoforte ed orchestra, e il 17 Marzo scorso, per i festeggiamenti del 150° anniversario dell’ Unità d’Italia, ha eseguito il primo concerto per pianoforte e orchestra di F. Chopin, diretto dal M° Fabrizio Bastianini al teatro dell’Unione di Viterbo.

Da due anni tiene una masterclass di interpretazione pianistica  presso la scuola “Liviabella” di Macerata.